Diritto d’autore e citazioni: eredi di William Faulkner citano in giudizio Woody Allen

Diritto d'autore e citazioni

Diritto d’autore e citazioni.

Diritto d’autore e citazioni. Il diritto di citazione (o diritto di corta citazione) è un diritto dell’individuo che si contrappone al diritto d’autore. Infatti, sebbene ne detenga i diritti morali inalienabili, in un certo numero di circostanze un autore non può opporsi alla pubblicazione di un estratto della propria opera, proprio per non ledere l’altrui diritto di citarla.

Diritto d’autore e citazioni.

Il diritto di citazione assume connotazioni diverse a seconda delle legislazioni nazionali. L’articolo 10 della Convenzione di Berna, prevede il diritto di citazione con le seguenti regole:

Articolo 10

1) Sono lecite le citazioni tratte da un’opera già resa lecitamente accessibile al pubblico, nonché le citazioni di articoli di giornali e riviste periodiche nella forma di rassegne di stampe, a condizione che dette citazioni siano fatte conformemente ai buoni usi e nella misura giustificata dallo scopo.

2) Restano fermi gli effetti della legislazione dei Paesi dell’Unione e degli accordi particolari tra essi stipulati o stipulandi, per quanto concerne la facoltà d’utilizzare lecitamente opere letterarie o artistiche a titolo illustrativo nell’insegnamento, mediante pubblicazioni, emissioni radiodiffuse o registrazioni sonore o visive, purché una tale utilizzazione sia fatta conformemente ai buoni usi e nella misura giustificata dallo scopo.

3) Le citazioni e utilizzazioni contemplate negli alinea precedenti dovranno menzionare la fonte e, se vi compare, il nome dell’autore.

Negli Stati Uniti è il titolo 17 dell’United States Code che regola la proprietà intellettuale. Il fair use, istituto di più largo campo applicativo, norma generalmente anche ciò che nei paesi continentali europei è chiamato diritto di citazione.

Gli eredi dello scrittore statunitense William Faulkner hanno citato in giudizio Woody Allen, il Washington Post e un centinaio di altri individui o aziende per violazione dei diritti d’autore.

Allen è preso di mira per un breve spezzone di dialogo nel film “Midnight in Paris” in cui si cita una frase di Faulkner, peraltro esplicitamente attribuitagli dal personaggio: “Il passato non è mai morto, non è neanche passato”. Sebbene la legge statunitense preveda la possibilità di un “uso legittimo” delle citazioni, i legali ritengono che Allen e la Sony (casa produttrice del film) ne abbiano fatto un uso commerciale e dunque erano obbligati a chiedere l’autorizzazione agli eredi.

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Diritto d'Autore e Copyright e Diritto cinematografico. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓Sono l'avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer