Il crowdfunding e le case discografiche uccise da Amanda Palmer

Il crowdfunding e le case discografiche uccise da Amanda Palmer

Si presenta al mondo come Amanda Fucking Palmer, AFP e stavolta, davvero, ha fottuto tutti: case discografiche, manager, produttori. La Palmer – ex Dresden Dolls, quelli di Coin Operated Boy – è diventata la recordwoman mondiale nel campo del crowdfunding musicale. Un mese dopo aver avviato sul web una campagna di raccolta di fondi per la realizzazione del suo nuovo album, Amanda si è ritrovata in tasca oltre un milione e duecento mila dollari.

E pensare che, inizialmente, ne aveva chiesti “soltanto” centomila.

La generosità dei suoi fan, alimentata dal passaparola sui social network, ha fatto il resto. Non è la prima volta per la Palmer, che lo scorso autunno aveva già raccolto 133mila dollari per finanziare un disco realizzato insieme allo scrittore inglese Neil Gaiman. I progetti che la Palmer vuole finanziare sono vari e includono musica, ma non solo. Si parla anche di video, podcast e arte visiva. L’artista spiega così la su  scelta di ricorrere a Patreon: “ho scorrazzato in giro (e spesso con grande gioia) da quando ho mollato la mia label nel 2008. Pubblicare e distribuire per conto mio vinili e cd non è semplice e non sempre porta guadagno. Regalare la mia musica online è stato un esperimento, ma non ha portato i profitti che speravo. Forse vi sorprenderà sapere che “Theater is evil”, anche se è stato finanziato da 25.000 persone e ha ricevuto grandi recensioni dalla stampa, ha venduto davvero pochissimo. E questa cosa mi ha prosciugato a livello economico… anche se è il miglior disco che ho mai fatto.” Per cui Patreon è una nuova strada: “Quello che voglio è fare cose e pubblicarle. Ed essere pagata, per potere continuare.”

Infatti Amanda Palmer si finanzia con Patreon.

Funziona così: ogni volta che la musicista scrive una nuova canzone, produce un video o pubblica qualcosa (letteralmente “Thing”) guadagna più di 13 mila dollari dai suoi 1.400 sostenitori di Patreon (piattaforma di crowdfunding).

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Tutela Diritto D'Autore e Diritto della Musica. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓 sono l'Avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer