Film moda e cinema d’autore: Castello Cavalcanti by Wes Anderson

Film moda e cinema d’autore. Gli ultimi anni hanno visto un aumento della collaborazione tra case di moda e Hollywood.

Un esempio è Prada e Wes Anderson nel cui film “Grand Budapest Hotel”  i  grandi marchi del mondo della moda hanno fatto a gara per partecipare ai look dei personaggi: il trench in pelle di Jopling-Willem Dafoe è stato realizzato appositamente da Prada, come anche il set di 21 valigie di Madam D e Monsieur Gustave (il personaggio di Ralph Fiennes); la cappa del personaggio di Tilda Swinton è stata invece disegnata per il film dal marchio Fendi. Tutte operazioni di product placement ben riuscite.

Del feeling tra Andersen e il mondo fashion sono testimonianze anche i suoi film precedenti.

Connubio dichiarato è stato quello con il marchio made in Italy Prada che ha commissionato al regista USA un cortometraggio, Castello Cavalcanti, uscito lo scorso novembre e in cui estetica e cliché dell’Italia di paese servono a presentare alcuni capi della collezione del brand.

Lo stesso Anderson, insieme al cugino, Schwartzman Roman Coppola ha creato il “Prada: Candy” serie web con protagonista Lea Seydoux.

Per promuovere il suo nuovo profumo Prada Candy L’eau, Prada ha incaricato Coppola e Anderson di sviluppare una serie web con protagonista la modella e attrice francese Lea Seydoux.

In a short teaser, which is giving us Bande à part vibes, we learn Seydoux’s characters name. You’ll never guess what it is.

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Diritto Cinematografico. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓 sono l'Avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer