Diritto d’autore dei videogiochi: Interactive Entertainment e IP Law

diritto d'autore dei videogiochi

Il diritto d’autore dei videogiochi dà vita ad una serie di questioni relative all’IP.

Quali sono i problemi legati al diritto d’autore e all’autorialità che potrebbero sorgere nel momento della creazione di un videogioco?

Quali son i metodi legali per evitare il plagio di un videogioco? Chi copia un videogioco deve essere sempre considerato un contraffattore?

Fin dalla nascita i videogiochi sono stati copiati e clonati. Vi ricordate Tetris o Pac man. Anche loro hanno subito la stessa sorte (ATARI V. NORTH AMERICAN PHILIPS, 7TH Cir. 1982).

Il diritto d'autore dei videogiochi: atari Il diritto d'autore dei videogiochi: pacman

 

 

 

 

 

 

Ma si tratta sempre di plagio oppure a volte è semplice implementazione non solo della grafica ma anche del software del gioco oppure è una semplice ispirazione?

Ogni valutazione va compiuta caso per caso.

La legge offre varie possibilità di tutela, dal diritto d’autore alla proprietà intellettuale, dal marchio al brevetto che è il miglior modo per proteggere il proprio gioco.

Il Bot cheat e l’interazione con la tutela di diritto d’autore dei videogiochi.

Il Bog Cheat è percepito da molti operatori di giochi come un fastidio, ma da altri invece come possibilità di aumentare l’interesse dei giocatori per il gioco stesso. Il cheating nel campo dei giochi on-line viene definito come l’azione di fingere di seguire le regole del gioco mentre le si violano di nascosto per ottenere vantaggi sugli altri giocatori. Questi vantaggi possono essere acquisiti tramite uno o più metodi quali bot, hacking, account sharing, bug using.

All’utente non è in alcun caso consentito:

  • creare o utilizzare cheat, mod e/o hack, né far uso di software prodotti da terzi che possano modificare il corso dei giochi on-line,
  • far uso di software che consentano il “data-mining” o che intercettino o raccolgano in altro modo le informazioni connesse ai giochi on-line,
  • far uso degli oggetti virtuali utilizzati nei giochi on-line al di fuori dei giochi stessi, né acquistare, vendere o scambiare tali oggetti in cambio di “vero” denaro.
    Quanto specificato comprende anche tutti gli atti di raggiro e i comportamenti simili o equiparabili nel loro effetto ai summenzionati divieti.

diritto d’autore dei videogiochi: il nuovo concetto di diritto d’autore che dovrebbe essere riletto non più come “proprietà”.

Se dovessimo considerare come tale il diritto d’autore per i beni digitali interattivi dovremmo concepire una “proprietà” non esclusiva ma che si adatti alla collaborazione e alla condivisione tra mondo reale, creatori e utenti. Viviamo in un mondo in cui i contratti e le licenze hanno notevolmente diminuito l’impatto del copyright come diritto appartenente ad un solo individuo. La proprietà nel diritto d’autore è un pregiudizio che limita l’autore e l’utilizzatore e crea delle dicotomie troppo ristrette diritto d’autore / brevetto, creatore / innovatore, che non favoriscono la creatività.

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Diritto d'Autore e Copyright. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓Sono l'avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer