I diritti relativi alle opere cinematografiche o assimilate: la SIAE e la riscossione dell’EQUO COMPENSO per le trasmissioni televisive

diritti relativi alle opere cinematografiche

I diritti relativi alle opere cinematografiche

L’equo compenso

Il termine – tecnico – è stato introdotto nel 1998 e sta a indicare il compenso che spetta per legge agli autori a fronte dello sfruttamento delle loro opere.

I diritti relativi alle opere cinematografiche o assimilate: semplificando

Ogni qualvolta un film, un documentario o una fiction vengono replicati su un canale o trasmessi su piattaforme terze (a pagamento, su internet, on demand…), gli sceneggiatori coinvolti dovrebbero ricevere una somma aggiuntiva, concordata tra i network e la Siae. Oggi non è certo raro che un’opera vada ben oltre il primo passaggio tv, considerato l’elevato numero di canali digitali gratuiti e a pagamento, nonché il moltiplicarsi di piattaforme on line o a richiesta come Infinity, SkyOnDemand, Mediaset Premium Play. Eppure l’equo compenso, spesso e volentieri, non viene versato, quasi che non si comprendesse la necessità di dover retribuire, sempre e in tutte le sue forme, la creatività autoriale.

Il caso più eclatante è rappresentato da Sky

Per circa quattro anni la piattaforma satellitare si è letteralmente rifiutata di pagare l’equo compenso agli sceneggiatori cinematografici e tv, nonostante l’ampio numero di titoli italiani presenti nella propria offerta. Agli occhi di Sky, infatti, l’equo compenso appariva un diritto incostituzionale.

Norme in materia di compensi spettanti agli autori

L’art. 46, 3° e 4° comma,  l.d.a. detta norme in materia di diritti relativi alle opere cinematografiche e di compensi spettanti agli autori dell’opera cinematografica:

  • il compositore della colonna sonora o l’editore della stessa ha diritto a un compenso, ulteriore rispetto a quello dovuto per la cessione dei diritti di sincronizzazione dell’opera, da percepire direttamente dagli esercenti delle sale cinematografiche (è il compenso dovuto per la pubblica esecuzione dell’opera, incassato dalla S.I.A.E. per conto degli autori) (art. 46, 3° comma,  l.d.a.);
  • l’autore del soggetto, della sceneggiatura e il regista, se non sono retribuiti con una percentuale sulle pubbliche proiezioni, hanno diritto a un compenso ulteriore, rispetto a quello stabilito contrattualmente per la loro prestazione, quando gli incassi hanno raggiunto una cifra da stabilirsi contrattualmente con il produttore – ciò per rendere tali soggetti partecipi del successo dell’opera (art. 46, 4° comma,  l.d.a.).

Inoltre, in caso di cessione al produttore del diritto di diffusione dell’opera, agli stessi soggetti spetta un equo compenso, per ogni utilizzazione/diffusione, a carico degli organismi di diffusione radio-televisiva, via etere, via cavo e via satellite (art. 46-bis, 1° comma,  l.d.a.).

Per ogni altra legittima utilizzazione, diversa da quelle di cui al comma precedente, spetta agli autori “un equo compenso a carico di coloro che esercitano i diritti di sfruttamento per ogni distinta utilizzazione economica” (art. 46-bis, 3° comma,  l.d.a.). Quando l’opera cinematografica sia stata tradotta da una lingua all’altra, un equo compenso spetta anche “agli autori delle elaborazioni costituenti traduzione o adattamento della versione in lingua italiana dei dialoghi” (art. 46-bis, 3° comma,  l.d.a.). I compensi di cui si è detto sono, per espressa previsione di legge, irrinunciabili da parte degli autori (art. 46-bis, 4° comma,  l.d.a.). Ciò per ovviare all’iniqua prassi contrattuale delle case di produzione cinematografica di escludere gli autori dai profitti derivanti da altre forme di sfruttamento dell’opera.

Spero di averti dato qualche indicazione utile su come funziona il diritto d’autore nel cinema.

Ma ora finalmente è arrivato il momento del regalo!

Vuoi sapere quali sono i 10 siti da dove puoi scaricare musica copyright free per i tuoi video?

Se la risposta è si, ho preparato per te una Infografica. Puoi riceverla GRATIS. Basta che compili il modulo cliccando sulla scritta “CLICCA QUI” o sul mio avatar. Non preoccuparti è GRATIS!

🔵 Per l’Infografica “100% Free Music per i tuoi video o Podcast” CLICCA QUI 🔵

musica-video-podcast

Io ho finito e adesso tocca a te 

Su Amazon a solo € 7,00 la miniguida sul diritto d’autore e i contratti cinematografici:

Se hai dei dubbi sul diritto d’autore puoi contattarmi prenotando, al costo di € 73,00, una consulenza e il mio PRONTO INTERVENTO.instagram-e-copyright

Se ti è piaciuto questo articolo e sei soddisfatto delle informazioni che hai ricevuto, puoi lasciare il tuo commento al nostro blog e ai servizi DANDI QUI.

instagram-e-copyright

 

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Tutela Diritto D'Autore e Diritto Cinematografico. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓 sono l'Avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer