Dottrina del “fair use” nel sistema statunitense

Dottrina del fair use nel sistema statunitense

Dottrina del fair use nel sistema statunitense.

La dottrina del fair use nel sistema statunitense che disciplina il diritto d’autore (del 1976), contiene una norma apposita che disciplina il fair use: si tratta del par. 107 dell’atto del 1976.

§ 107 . Limitations on exclusive rights: Fair use

Notwithstanding the provisions of sections 106 and 106A, the fair use of a copyrighted work, including such use by reproduction in copies or phonorecords or by any other means specified by that section, for purposes such as criticism, comment, news reporting, teaching (including multiple copies for classroom use), scholarship, or research, is not an infringement of copyright. In determining whether the use made of a work in any particular case is a fair use the factors to be considered shall include— 

  1. the purpose and character of the use, including whether such use is of a commercial nature or is for nonprofit educational purposes;
  2. the nature of the copyrighted work;
  3. the amount and substantiality of the portion used in relation to the copyrighted work as a whole; and
  4. the effect of the use upon the potential market for or value of the copyrighted work.
  5. The fact that a work is unpublished shall not itself bar a finding of fair use if such finding is made upon consideration of all the above factors.

Tale norma indica i requisiti che devono concorrere per poter ritenere sussistente il cd. fair use. Si ritiene che non si tratti di una elencazione tassativa bensì esemplificativa, che vale a verificare se la ripresa di un’opera d’arte originale possa essere considerata opera creativa lecita, attuando il c.d. fair use dell’opera altrui, ovvero se non sia meritevole di autonoma tutela ed anzi debba essere considerata illecita.

Dottrina del fair use nel sistema statunitense

Il “fair use”

I fattori da considerare devono comprendere:

  • lo scopo e il carattere dell’uso fatto dell’opera altrui, inclusa la valutazione se si tratti di un uso commerciale ovvero di uno scopo educativo o per finalità no profit. Tali ultimi riferimenti appartengono anche al nostro sistema giuridico, che espressamente elenca alcune eccezioni al divieto di copia e di ripresa, essendo riconosciuti come legittimi alcuni specifici utilizzi.
  • Il secondo criterio che il diritto statunitense richiama è la natura del lavoro coperto da copyright, con riferimento al tipo di opera d’arte si è inteso riprendere: si guarda quindi alla natura dell’opera originale. Quindi si considera la quantità e l’estensione della porzione utilizzata in relazione al lavoro coperto da copyright nel suo interno.
  • Da ultimo, l’effetto realizzato tramite l’uso dell’opera originale da parte dell’artista successivo, con riferimento al potenziale valore di mercato o all’attuale valore di mercato dell’opera originale.

Dottrina del fair use nel sistema statunitense: la verifica

La verifica va condotta a tale riguardo per accertare se la ripresa attuata svilisca l’opera originale sul mercato oppure risulti indifferente oppure addirittura la valorizzi perché finisca con l’offrirne una interpretazione che valga a diffonderla sul mercato ad un pubblico più vasto o a rinnovare il messaggio espressivo.

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Marchi e Proprietà Intellettuale e Diritto d'Autore e Copyright. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓Sono l'avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer