La pirateria è un reato: la pratica diffusa del download gratuito degli ebook

La pirateria è un reato la pratica diffusa del download gratuito degli ebook.

Secondo alcuni romanzieri, la professione di scrittore rischia di scomparire a causa della pratica tanto diffusa quanto illegale di scaricare illegalmente, magari tramite torrent o peer to peer, i romanzi in formato eBook.  Pratica che annulla i proventi di chi di scrittura ci vive, e che aggiunge al danno la beffa: non solo i guadagni sono drasticamente ridotti, ma addirittura ingrossa le tasche di chi gestisce i siti incriminati.

Vi siete mai chiesti quanto tempo richieda scrivere un libro?

Uno scrittore trascorre in media dalle cinque alle otto ore al giorno per portare a termine una storia, senza considerare l’ulteriore tempistica da attribuire al lavoro di editing, formattazione e progettazione grafica per immagini pubblicitarie e cover.

Per scrivere un romanzo è necessario un impegno costante e un notevole sforzo di tempo e denaro.

Tutto questo lavoro potrebbe essere vanificato da un semplicissimo atto illegale e non autorizzato.

Che tu sia uno scrittore alle prime armi che pubblica da solo i propri romanzi sulla maggior parte delle piattaforme digitali, oppure uno scrittore navigato edito da un’importante casa editrice, poco importa.

Copiare gli ebook è una pratica diffusa e molto facile.

Basta un semplice click per scippare intere giornate di duro lavoro.

Non esiste nessuno scudo invisibile che protegga un autore dal furto intellettuale di cui sicuramente rimane vittima dopo la pubblicazione.

Ecco come.

Esistono moltissimi siti sui quali si possono scaricare le opere dei più grandi scrittori.

In pratica chi intende pubblicare online gli e-book li compra dai siti ufficiali dove l’autore li vende e dai quali riceve una percentuale in caso di vendita, li scarica sul proprio computer e poi li rimanda indietro facendosi rimborsare quanto versato, secondo le condizioni sui resi.

Il provider, poi, mette gli stessi titoli online in modo che chiunque possa scaricarli gratuitamente o apparentemente gratuitamente.

Infatti determinati provider rendono questo servizio per introdurre subdolamente virus nei computer di chi crede in certi abbagli.

Il malcapitato downloader potrebbe persino iscriversi a questi fraudolenti siti, concedendo campo libero e illimitato al trattamento dei propri dati sensibili.

Una volta gettata la rete, il pesce abbocca con estrema facilità.

Questa tecnica inganna tutti, perché nel web nulla è veramente free, ad esclusione del talento e del lavoro perso di chi vede distrutti, con così poco riguardo, i propri sogni di scrittore e autore.

Un danno ingente che non fa male solo al portafoglio, ma anche all’amore di chi crede in una storia e la vede pubblicizzata come merce di scarso valore.

“In un mondo estremamente duro come quello dell’editoria italiana, un click demolisce ancor più della crisi. Un reso su Amazon devasta ancor più della spada”, ci ha detto una di queste scrittrici stanca di essere piratata. La stessa scrittrice ci ha raccontato come funzionano questi siti pirata e ci ha aiutato a scrivere questo articolo.

Sono tecniche, si sa, che nel 2017 non dovrebbero più scandalizzare, eppure indignano volenti o nolenti, tutti quelli che della creatività non fanno solo un passatempo, ma una ragione di vita.

Vi ricordate quello spot che passava spesso anni fa prima dei film? La pirateria è un reato sempre, anche se si tratta di ebook.

La pirateria è un reato la pratica diffusa del download

 

 

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Copyright e tutela del Diritto d'Autore e Diritto Televisivo. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

Claudia è un avvocato che si occupa di diritto d'autore, dei media e dell’entertainment. Rappresenta autori, sceneggiatori, registi, produttori cinematografici e televisivi indipendenti, musicisti e fotografi.

Site Footer