Sincronizzazione: come funziona?

Sincronizzazione

Con la sincronizzazione la registrazione fonografica, e cioè i fonogrammi che sono stati già oggetto di fissazione su un qualche supporto, viene riversata nell’opera cinematografica o audiovisiva. In altri termini, l’opera musicale non solo viene fissata e riprodotta per esigenze tecniche, ma viene anche inserita, attraverso interventi di adattamento, all’interno del prodotto cinematografico o audiovisivo.

Il diritto di sincronizzazione e le modificazioni dell’opera

In dottrina, il diritto di sincronizzazione, benché possa rientrare nell’ampio genus del diritto di riproduzione, se ne differenzia per le diverse modalità di esercizio e di attuazione. Tali diverse modalità, incidono sul contenuto stesso del diritto di sincronizzazione, il quale, inevitabilmente ricomprende anche la facoltà di apportare all’opera musicale le modificazioni necessitate dall’inserimento della stessa nel contesto audiovisivo.

Il diritto morale

Nel contempo, il diritto stesso si differenzia da quello relativo alla mera riproduzione in quanto il suo esercizio può pregiudicare il diritto morale dell’autore del brano musicale (in ragione dell’abbinamento di questo ad immagini che l’autore ritenga inappropriate alla propria personalità artistica, o tali da alterare il significato dell’opera da lui realizzata, o comunque svilirla).

La sincronizzazione: un diritto diverso!

La sincronizzazione per le sue innegabili peculiarità, è un diritto totalmente diverso rispetto alla riproduzione a mezzo della diffusione radiofonica o televisiva, o all’esecuzione dei singoli brani in pubbliche feste danzanti e in pubblici esercizi: fattispecie, queste, in presenza delle quali il legislatore configura il diritto al compenso di cui all’art. 73 l. aut..

Il diritto di sincronizzazione nei film

L’abbinamento non autorizzato di brani musicali a una pellicola cinematografica costituisce un vero e proprio illecito, dal momento che viola i diritti esclusivi del produttore fonografico consistenti nella riproduzione, con conseguente adattamento, del fonogramma all’interno di quella cinematografica o, in generale, audiovisiva. Il produttore cinematografico non può, senza autorizzazione da parte dell’avente diritto, utilizzare i fonogrammi prodotti da altri per inserirli nella propria pellicola.

Il diritto di sincronizzazione rientra tra i diritti del produttore fonografico?

Che il diritto di sincronizzazione appartenga alla categoria dei diritti esclusivi del produttore fonografico non trova ostacolo nella mancata menzione di esso nell’art. 72 l. aut., posto che, si nega che l’elencazione ivi contenuta abbia carattere tassativo.

La giurisprudenza

Anche la dominante giurisprudenza, seppur attraverso diversi percorsi ricostruttivi, individua nel diritto di sincronizzazione un diritto esclusivo del produttore fonografico. In particolare la S.C. ha affermato, sul punto: “L’utilizzazione di un ‘fonogramma’ prodotto da terzi, per la ‘sincronizzazione’ di un filmato televisivo va qualificato come illecito fonte di obbligazione risarcitoria (non come mera fonte d’una obbligazione di corrispettivo per la diffusione del fonogramma stesso), risolvendosi tale comportamento in una violazione del diritto esclusivo, che l’art. 72 della L. n. 633 del 1941 riconosce al produttore fonografico di riprodurre con qualsiasi processo di duplicazione detto disco o apparecchio di sua produzione e di distribuirlo” (Cass. n. 12993/1999: nella fattispecie la società titolare in via esclusiva per l’Italia dei diritti d’utilizzazione economica sulla registrazione dell’opera musicale “Yesterday” aveva convenuto in giudizio per il risarcimento del danno alcune reti televisive che, senza il suo consenso, avevano utilizzato tale brano quale colonna sonora di un telecomunicato reclamizzante le reti televisive stesse, trasmesso ripetutamente ed anche per più volte al giorno: la corte di legittimità ha escluso, in particolare, che la società proprietaria dell’opera musicale fosse titolare di un mero diritto di credito ex art. 73 della citata legge e che, come tale, potesse vantare solo il diritto ad un compenso).  Inoltre, i diritti del produttore fonografico comprendono il diritto esclusivo all’elaborazione della fissazione originaria del suono per mezzo delle moderne tecniche di manipolazione dei suoni, che presuppongono comunque una riproduzione del fonogramma originale.

Conclusione

E’ da ritenere, in conclusione, che il diritto di sincronizzazione sia un diritto esclusivo spettante, al produttore fonografico e che esso non sia suscettibile di essere esercitato da chicchessia senza autorizzazione del detto soggetto. Una volta qualificata l’attività di sincronizzazione come espressione di un diritto primario, viene escluso, con riferimento ad essa, il compenso che spetta agli artisti interpreti ed esecutori per i diritti secondari derivanti da pubbliche utilizzazioni.

Ma ora finalmente è arrivato il momento del regalo!

Instagram e Copyright

Vuoi sapere quali sono i 10 siti da dove puoi scaricare musica copyright free per i tuoi video?

Se la risposta è si, ho preparato per te una Infografica. Puoi riceverla GRATIS. Basta che compili il modulo cliccando sulla scritta “CLICCA QUI” o sul mio avatar. Non preoccuparti è GRATIS!

🔵 Per l’Infografica “100% Free Music per i tuoi video o Podcast” CLICCA QUI 🔵

musica-video-podcast

Io ho finito e adesso tocca a te 

Per saperne di più su come funziona il diritto d’autore in musica, leggi la mia miniguida  su Amazon a soli € 7,00:

Se hai dei dubbi puoi contattarmi prenotando, al costo di € 73,00, una consulenza e il mio PRONTO INTERVENTO.instagram-e-copyright

Se ti è piaciuto questo articolo e sei soddisfatto delle informazioni che hai ricevuto, puoi lasciare il tuo commento al nostro blog e ai servizi DANDI QUI.

ascoltare-musica-podcast-claudia-roggero

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Tutela Diritto D'Autore e Diritto della Musica. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓 sono l'Avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer