La Procedura di Riassegnazione dei nomi a dominio in Italia

Procedura di Riassegnazione

La Procedura di Riassegnazione dei nomi a dominio nasce per contrastare il fenomeno del Cybersquatting (accaparramento di nomi a dominio).

it (Italia)

Registration Authority italiana
http://www.nic.it

La registrazione, in forma cartacea o elettronica, è subordinata all’invio di una Lettera di assunzione di responsabilità, con cui l’assegnatario si assume la piena responsabilità dell’uso del dominio. Può avvenire direttamente o tramite provider/maintainer. Un nome a dominio non è prenotabile, e può essere assegnato solo per l’uso immediato.Un organismo autonomo, la Naming Authority italiana, stabilisce le procedure operative e le regole in base alle quali opera la Registration Authority. Si applicano le regole del Codice Civile in materia di tutela dei diritti, concorrenza sleale e atti di confusione.

Il Cybersquatting

L’espressione anglosassone cybersquatting, così come la locuzione domain grabbing (da to grab=ghermire) e domain squatting, indica l’attività illegale di chi si appropria di nomi di dominio corrispondenti a marchi commerciali altrui o a nomi di personaggi famosi per realizzare un lucro sul trasferimento del dominio a chi ne abbia interesse od un danno a chi non lo possa utilizzare.

La registrazione in malafede

Chi ritiene di aver diritto all’uso di un nome a dominio registrato da altri in malafede, può attivare una procedura per la riassegnazione del dominio.

Condizioni per attivare una procedura di Riassegnazione

  • Il nome a dominio deve essere identico o tale da indurre confusione rispetto a un marchio, un segno distintivo aziendale, un nome e cognome.
  • L’attuale intestatario non ha titolo/diritto in relazione al nome a dominio oggetto di reclamo
    Il nome a dominio deve essere stato registrato e utilizzato in malafede.
  • Se le condizioni a. e c. vengono provate, il nome a dominio contestato verrà trasferito al legittimo titolare.

Per le contestazioni riguardanti nomi a dominio aventi estensioni diverse dal .it, consultate il database dell’Organizzazione Mondiale Proprietà Intellettuale (OMPI-WIPO).

La Procedura di Riassegnazione dei nomi a dominio in Italia

I soggetti che possono ricorrere alla procedura.

Non essendo possibile la mera cancellazione del nome a dominio contestato, solo chi può registrare domini .it è legittimato ad iniziare la procedura

Tutela offerta al ricorrente.

Nelle Procedure italiane non è possibile richiedere la sola cancellazione del nome a dominio contestato, ma è necessario chiederne la riassegnazione.

Diritti tutelati.

Nelle procedure italiane è tutelato anche il diritto al nome delle persona fisica, anziché il solo marchio.

Onere probatorio.

Le procedure italiane addossano al resistente di provare il proprio diritto al nome a dominio.

Tempistica del procedimento.

I termini per le repliche nelle procedure italiane sono più lunghi, mentre quelli per ricorrere alla giustizia ordinaria dopo una decisione sfavorevole sono adeguati ai tempi della giustizia italiana.

 

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Diritto d'Autore e Copyright. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓Sono l'avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer