Come trascrivere un marchio registrato

Come trascrivere un marchio registrato

Come trascrivere un marchio registrato (di Angela Patalano)

Il marchio può essere trasferito a titolo definitivo mediante un accordo di  cessione o concesso in godimento temporaneo mediante licenze per tutti o parte dei prodotti o servizi dell’azienda,

“purché in ogni caso dal trasferimento o dalla licenza non derivi inganno in quei caratteri dei prodotti o servizi che sono essenziali nell’apprezzamento del pubblico” ex art 2573 c.c.

Contratto di Cessione del marchio

Ai sensi dell’art. 138 c.p.i. la forma richiesta per la trascrizione è la scrittura privata autenticata o l’atto pubblico. Il contratto di cessione del marchio rientra nell’ambito dei contratti relativi alla circolazione del marchio, ipotesi ammessa dall’art. 23 del CPI. Mediante questo accordo, il titolare del marchio (cedente) cede i propri diritti ad un altro soggetto (cessionario) che ne acquista la piena titolarità, solitamente in cambio di un corrispettivo.

La cessione deve risultare da una valida trascrizione per essere efficace

Secondo il Regio Decreto 21 giugno 1942, n. 929, all’art 49 “debbono essere trascritti presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi gli atti che costituiscono, modificano o trasferiscono diritti personali o reali di godimento o di garanzia sui marchi registrati, le relative domande giudiziali e le sentenze” Trascrivere significa annotare nei registri dell’UIBM (UAMI o WIPO a seconda che il marchio sia nazionale, comunitario o internazionale), il cambiamento di titolarità del marchio. La trascrizione ha efficacia dichiarativa, serve semplicemente a rendere opponibile, ai terzi aventi il diritto sul marchio, gli atti da trascrivere.

Come trascrivere un marchio registrato

Prima di poter depositare l’istanza di trascrizione presso la Camera di Camera di Commercio, è necessario registrare all’Agenzia delle Entrate il contratto di cessione del marchio.

Cosa devo presentare all’Agenzia delle Entrate?

Bisogna compilare il modello 69, a cui andrà allegato:

  • L’originale del contratto più (almeno) due copie;
  • Ciascuna copia presentata va bollata con marca di euro 16,00 e su ogni quattro pagine scritturate e comunque per ogni 100 righe. Nell’eventualità il contratto presenti uno o più allegati anche su questi ultimi deve essere apposta una marca di pari importo;
  • Eventuale delega
  • Copia del Modello F23 (imposta di registro) di euro 200 (misura fissa) con il codice 109T.

NB.: la registrazione del contratto di cessione deve essere effettuato entro 30 giorni dalla stipula del contratto.

In caso di registrazione tardiva si applicano le seguenti sanzioni, inserendo nel modello F23 il codice 671T:

  • Sanzione del 12% entro 90 giorni dalla sottoscrizione;
  • Sanzione del 15 % entro l’anno.

A fronte delle sanzioni di cui sopra l’eventuale versamento in ritardo determina anche l’attribuzione di interessi moratori che andranno cosi calcolati:

  • €200 (l’imposta) x 0,10% : 365 (i giorni dell’anno) x Il numero dei giorni in ritardo ( ad esempio, paghiamo il 35esimo giorno, allora i giorni di ritardo saranno 5);
  • Il codice per gli interessi da inserire nel modello F23 sarà 731T;
  • L’Agenzia delle Entrate rilascerà una copia conforme all’originale che andrà presentata alla Camera di Commercio per il deposito dell’istanza di trascrizione.

Istanza di Trascrizione

L’istanza di trascrizione può essere depositata, personalmente dal richiedente, delegante o dal suo mandatario/avvocato, presso gli Uffici Brevetti e Marchi delle Camere di Commercio. Può essere trasmessa anche on-line tramite il sistema Telemaco delle Camere di Commercio nazionali.

  • Quale procedura devo seguire per depositare l’istanza di trascrizione?
  • Scaricare dal sito UIBM il modulo TRA-RI, un originale e n. 2 copie.
  • La marca da bollo di euro 16,00 applicata solo sull’istanza originale ed eventualmente sugli allegati: per ogni 4 pagine una marca da bollo di pari imposta.
  • Copia conforme all’originale del contratto di cessione registrato presso l’Agenzia dell’Entrate.
  • Attestato del versamento di: €13,00 per Diritti di Segreteria per il deposito della domanda e il rilascio della copia autentica OPPURE € 10,00 per il solo deposito (senza la copia autentica)
  • Eventuale delega, o laddove avete incaricato un mandatario/avvocato bisognerà allegare l’eventuale “lettera di incarico a mandatario (consulente in proprietà industriale o avvocato iscritto al relativo albo professionale), bollata con marca da 16,00 euro (salvo il caso del deposito on-line dell’istanza); la stessa deve essere sottoscritta da mandante e mandatario, datata e non necessita di notarizzazione; nel caso di mandato riferito a marchi e novità vegetali deve essere corrisposta la tassa di concessione governativa di 34,00 euro attraverso l’utilizzo del modello F24″. Dopo il deposito dell’istanza la Camera di Commercio rilascerà un modello F24 pari ad euro 81 per OGNI marchio nazionale e internazionale, novità vegetale. Solo il pagamento del modello renderà la trascrizione efficace.

 

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Copyright e tutela del Diritto d'Autore. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

Claudia è un avvocato che si occupa di diritto d'autore, dei media e dell’entertainment. Rappresenta autori, sceneggiatori, registi, produttori cinematografici e televisivi indipendenti, musicisti e fotografi.

Site Footer