Diritto d’autore su opere derivate: la Fanfiction e il riutilizzo della creatività

Diritto d’autore su opere derivate Fanfiction e il riutilizzo della creatività. La FanFiction è falsa creatività, plagio o rielaborazione? 

Con la diffusione delle fandom (comunità di fan appassionati di romanzi, serie tv, cinema, manga ecc.), la rete nell’ultimo decennio è stata l’indiscussa protagonista di un’invasione di fan-writers.

Tradotto letteralmente si tratta di fan scrittori amatoriali, creatori, autori che prendono spunto da storie pre-esistenti per creare “nuove” storyline dal sapore “diverso”.

La “nuova” storia è una Fanfiction: un’opera derivata frutto della rielaborazione di storie pre-esistenti che genera nel lettore un’inevitabile effetto e sensazione di dejà vu.

Pur essendo nate di recente, si è già potuto suddividerle in categorie. Esistono due tipi di Fanfiction:

  • quelle che vengono generate nei Gdr (giochi di ruolo) in cui la storia si sviluppa su piattaforme di condivisione come Facebook o Forum;
  • quelle pubblicate sui siti di Fanficition, per esempio EPF o Wattpad.

Diritto d’autore su opere derivate Fanfiction: le regole

Le regole che dominano le piattaforme delle Fanfiction sono tre:

  • si pubblicano solo storie (fanfiction e originali). Niente petizioni, saggi, dediche, scritti da blog personale o altro;
  • sono vietati plagi di qualunque cosa (sia di altre storie che, ovviamente, di opere protette da copyright);
  • per qualunque problema o controversia nel sito, contattate l’amministrazione.

Diritto d’autore su opere derivate Fanfiction. Esempi del fenomeno 

Il fenomeno invade la rete seguendo le mode del tempo, maghi, vampiri, per giungere all’ultimo trend: la letteratura erotica.

Ne rappresenta un esempio la trilogia 50 sfumature. Già il romanzo, 50 sfumature di grigio di E. L. James, era nato da una Fanfiction su Twilight .

In 50 Sfumature di grigio quanti leggendo la scena in cui la protagonista va dalla madre, hanno rivissuto la scena descritta nel romanzo Twilight?

Non penso di essere stata l’unica. Più simile di cosi… mi viene solo da pensare che El James abbia voluto provare l’ebbrezza di mascherare Twilight da romanzo young adults seguendo poi la scia dei romanzetti in perfetto stile Harmony.


Diritto d'autore su opere derivate Fanfiction


A prescindere dal consenso dell’autore originario, che deve essere concesso per rielaborare un’opera, ho sempre pensato che El James sia una delle autrici che ha guadagnato sfruttando la creatività di un’altra opera.

Dopo il successo di E. L. James, le case editrici si sono fiondate sulle Fanfiction ispirate dal romanzo.

E’ nata la Fanfiction della Fanfiction: Cinquanta sfumature di Mr GreyCinquanta sfumature di passioneCinquanta sfumature di PorporaCinquanta sfumature di un sognoScherzi del destinoCinquanta sfumature che amo di teIl mio ChristianIl Lord del ManieroCrossfireDublin StreetLe ventiquattro ore – Miller HartFifty Shades ForgivenLe sfumature inaspettate.

Le somiglianze sono così evidenti che El James dovrebbe provare una sorta di imbarazzo nel leggere le vicende dei personaggi protagonisti. Sono già viste e seguono esattamente quelle create dalla Meyer.

Anche la serie Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo di Rick Riordan è figlia della saga di Harry Potter; esistono anche i Fanmovie, come Pride and Prejudice and zombie copiano (o meglio detto “prendono spunto”) da Pride and Prejudice.

Sicuramente un modo per svecchiare una storia troppo melensa e non più dei nostri tempi. Mi piacerebbe sapere cosa ne direbbe la Austen!!!


Diritto d'autore su opere derivate Fanfiction


Il problema, in ogni caso, non è la Fanfiction in sé, quanto l’assenza dei requisiti della creatività e dell’originalità.

Una storia di successo, secondo me, dovrebbe sempre essere nuova. Quindi l’autore dell’opera originaria ha tutto il diritto di rivendicare la paternità (attenzione) non dell’opera, ma dell’idea, della creatività, soprattutto della novità almeno nella parte in cui l’opera sia abbastanza similare con quella originaria.

A questo proposito, per certe Fanfiction, potrebbe forse sollevarsi un’ulteriore questione di plagio di opera laddove i due testi siano identici o simili.

Diritto d’autore su opere derivate Fanfiction. L’ancoraggio normativo: tra analogia e nuove esigenze

Partiamo dal  dato giuridico, l’art 4 della LDA dichiara:

“Senza pregiudizio dei diritti esistenti sull’opera originaria, sono altresì protette le elaborazioni di carattere creativo dell’opera stessa, quali le traduzioni in altra lingua, le trasformazioni da una in altra forma letteraria od artistica, le modificazioni ed aggiunte che costituiscono un rifacimento sostanziale dell’opera originaria, gli adattamenti, le riduzioni, i compendi, le variazioni non costituenti opera originale.”

In tali termini la Fanfiction non viola il diritto d’autore, anzi. Chi crea un’opera derivata che abbia carattere di originalità dà vita ad una nuova opera tutelata dal  copyright, godendo di alcuni diritti esclusivi, come il diritto di pubblicazione e di traduzione.

Fin qui nulla questio. Tuttavia, trovare una risposta in questi termini sembra di fin troppa facile risoluzione.

Bisogna premettere, a mio avviso, che la LDA risale al ’41, un contesto decisamente diverso rispetto alla nostra società digitale. Una dimensione che presenta problematiche di un certo spessore e necessita di una tutela diversa rispetto a quella offerta 70 anni fa.

Sebbene il dato normativo tuteli le opere derivate e dunque, in questo contesto, conceda tutela anche alle Fanfiction, questa opera non è a per niente originale né tantomeno creativa, ma piuttosto è il frutto di una creatività riciclata.

Qualcosa di già macinato! Un insieme di frammenti e spunti presi da libri, film e serie tv che appassionano il fan-writer generando un mash-up che agli occhi del fan-autore sembra un’opera degna di pubblicazione e tutela. Pertanto estendere analogicamente l’art. 4 della LdA alle Fanfiction sembra una strategia fuorviante.

Diritto d’autore su opere derivate Fanfiction. Il diritto esclusivo di elaborazione: il consenso dell’autore

La Fanfiction non desta particolari problemi fino a quando resta nella piattaforma per la quale è stata creata, pensiamo al sito EPF o Wattpad.

Il problema sorge quando l’opera viene messa in circolazione in assenza del consenso dell’autore originario. Dal combinato disposto dell’art 4 con l’art 18, 1 co della LDA: Il diritto esclusivo di tradurre ha per oggetto la traduzione dell’opera in altra lingua o dialetto.  Il diritto esclusivo di elaborare comprende tutte le forme di modificazione, di elaborazione e di trasformazione dell’opera previste nell’art. 4.

Emerge che il consenso rappresenta un requisito fondamentale per la rielaborazione.

L’assenza del consenso da parte dell’autore genera una violazione del copyright che può essere fatta valere dall’autore originario. Egli ha diritto di impedire lo sfruttamento economico ma anche di chiedere avanzare pretese in merito a presunte lesione di diritti morali d’autore, nel caso in cui la sua opera venga storpiata.

Dal punto di vista legale le azioni possono essere varie. Sicuramente si può iniziare con l’invio di una diffida al webmaster o perché dal sito venga eliminato il materiale illecito.

Diritto d’autore su opere derivate Fanfiction. La ri-Creatività: plagio o rielaborazione autorizzata?

La fanfiction è un’opera letteraria sui generis. Non è frutto della creatività, non è originale e manca totalmente dell’elemento della novità. Per sua natura, non è inverosimile che quest’opera dia luogo ad un reato di plagio.

Ma nell’era digitalizzata nessun Prosumer è talmente sprovveduto da generare un plagio, totale o parziale che sia. Tale ipotesi di reato si realizza dinanzi ad un lavoro di copia/incolla, o quando l’opera presenta lo stesso “scheletro” di un’opera preesistente, stessa trama e personaggi (Sckeleton Plagiarism). In queste due ipotesi il plagio si palesa facilmente, ma di norma la sua rilevazione non è cosi semplice.

Un esempio pratico di plagio, è il caso Cassandra Clare, autrice della saga Shadowhunter. In passato scrisse delle fanfiction prendendo spunto dalla saga di Harry Potter. Fu accusata da un fan-writer di plagio per aver copiato fedelmente componenti di altre fanficion.

Diritto d’autore su opere derivate Fanfiction. Conclusione

Per chiunque stia pensando di scrivere una FF con l’intento di trarne una qualche forma di lucro, è sufficiente ricordare le parole di Brad Templeton, presidente del consiglio di amministrazione della Electronic Frontier Foundation “Se vuoi scrivere una storia su Jim Kirk e Mr Spock devi chiedere il permesso alla Paramount punto e basta”. Diversamente il fan incontrerà il suo autore preferito in un’aula di tribunale. 


Note: L’autrice di questo articolo è Angela Patalano, laureanda in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli. La sua tesi si intitola “Diritto d’autore nelle opere cinematografiche e multimediali e la responsabilità del provider “. Speriamo presto di leggerla e magari di pubblicarla in parte.

Angela è una persona entusiasta, sincera, parla molto ed è appassionata di cinema. Abbiamo deciso di pubblicare il suo articolo perché apprezziamo le persone volenterose e con grande voglia di fare. Angela, tra tutte le richieste di collaborazione di giovani laureati o laureandi che sono arrivate al nostro studio, è stata l’unica che si è messa in gioco scrivendo questo articolo.

Gli altri continuano a nascondersi in rete professandosi amanti della materia via e-mail.

In realtà, dopo che gli abbiamo chiesto di scrivere, non si sono più fatti vivi. Come scusa hanno detto:

  • di essere ancora imbottigliati nel traffico;
  • di aver affittato una macchina per venire a Roma e con l’occasione di voler prendere un appuntamento con noi per conoscerci, ma purtroppo però i Parioli per quanto belli sono molto fuori mano rispetto a dove andremo, infatti penso che non entreremo affatto in città.… poi non sono venuti in centro… forse volevano incontrarsi sul raccordo?;
  • di aver mangiato pesante la sera prima ed essersi sentiti male: meglio mangiare a casa!

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Tutela Diritto D'Autore e Diritto Cinematografico. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓 sono l'Avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer