Diritto alla privacy

diritto privacy

Il diritto alla privacy è il diritto alla riservatezza delle informazioni personali e della propria vita privata.  

Il diritto di privacy nasce negli Stati Uniti nel 1890 come diritto “a essere lasciato solo” (to be let alone).  In Italia viene elaborato a partire dagli anni ‘60-’70 come diritto alla libera determinazione nello svolgimento della propria personalità.

Oggi si parla di diritti sulla privacy in una accezione più ampia.

Il rispetto della privacy, infatti, è il diritto alla tutela delle proprie potenzialità, intesa come rispetto della libertà di autodeterminazione.

Diritto privacy

Il diritto sulla privacy assicura all’individuo il controllo su tutte le informazioni e i dati riguardanti la sua vita privata, fornendogli anche gli strumenti per la tutela di queste informazioni.

Mentre la privacy in senso stretto rappresenta un diritto individuale che tutela il singolo nella sua solitudine (diritto al rispetto della propria sfera personale), il diritto alla protezione dei dati personali, tutela l’individuo nelle relazioni sociali, garantendogli il controllo sulla circolazione dei propri dati.

Diritti privacy

Per diritto della privacy si intende la tutela della sfera privata del singolo individuo.

Tale tutela comprende:

  • la facoltà di impedire che le informazioni riguardanti tale sfera personale siano divulgate in assenza dell’autorizzazione dell’interessato,
  • il diritto alla non intromissione nella sfera privata da parte di terzi.

In base alla normativa che regolamenta tale diritto, ogni individuo può pretendere che i suoi dati personali siano raccolti e trattati da terzi solo nel rispetto delle regole e dei principi previsti dalle leggi in materia, sia dell’Unione Europea che dei singoli Stati nazionali.

Lo scopo della normativa è quello di attribuire all’interessato il potere di disporre dei propri dati, fornendo a ciascun individuo gli strumenti per la tutela di queste informazioni e assicurandogli il controllo su tutte le informazioni riguardanti la sua vita privata.

Privacy diritto

Il diritto alla protezione dei dati personali è sancito:

  • dall’articolo 12 della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo (UDHR) delle Nazioni Unite (ONU), che per la prima volta nel 1948 ha previsto tale diritto influenzando la nascita dei successivi strumenti legislativi.
  • nella Carta dei diritti dell’Unione europea (Carta di Nizza) proclamata nel 2000. L’art. 7 della Carta prevede il rispetto della vita privata e familiare (quindi la privacy), mentre l’art. 9 sancisce la tutela dei dati di carattere personale (data protection).

Articolo 7
Rispetto della vita privata e della vita familiare
Ogni individuo ha diritto al rispetto della propria vita privata e familiare, del proprio domicilio e delle sue comunicazioni.

Articolo 8
Protezione dei dati di carattere personale
1. Ogni individuo ha diritto alla protezione dei dati di carattere personale che lo riguardano.
2. Tali dati devono essere trattati secondo il principio di lealtà, per finalità determinate e in base al consenso della persona interessata o a un altro fondamento legittimo previsto dalla legge. Ogni individuo ha il diritto di accedere ai dati raccolti che lo riguardano e di ottenerne la rettifica.
3. Il rispetto di tali regole è soggetto al controllo di un’autorità indipendente.

In Europa, dal 25 maggio 2018 il Regolamento Europeo generale sulla protezione dei dati ha sostituito la direttiva UE sulla protezione dei dati. Se vuoi saperne di più leggi il mio articolo sulla legge sulla privacy: sei in regola con la nuova informativa?

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Tutela Diritto D'Autore. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓 sono l'Avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer