Differenze tra Diritto d’Autore e Copyright

Diritto d'Autore e Copyright

Diritto d’Autore e Copyright vengono utilizzati in molti casi come sinonimi, ma esistono alcune differenze tra i due termini sia in riferimento al significato che alla tutela dei diritti in questione.

Il diritto d’autore

Il diritto d’autore è l’istituto giuridico che tutela i frutti dell’attività intellettuale riconoscendo una serie di diritti (di carattere morale e patrimoniale) all’autore originario dell’opera. L’esercizio in forma esclusiva di questi diritti da parte dell’autore, permette a lui e ai suoi aventi causa di remunerarsi per un periodo limitato nel tempo attraverso lo sfruttamento commerciale dell’opera.

Il Pubblico Dominio

Dopo tale periodo l’opera cade in pubblico dominio e può essere sfruttata liberamente. I diversi ordinamenti nazionali e varie convenzioni internazionali (quale la Convenzione di Berna) riconoscono all’autore la facoltà originaria esclusiva di diffusione e sfruttamento della propria opera. In particolare, il diritto d’autore è una figura propria degli ordinamenti di civil law (tra i quali l’Italia), laddove in quelli di common law, come gli Stati Uniti e la Gran Bretagna, esiste l’istituto parzialmente diverso del copyright.

Il Copyright

Il copyright – tradotto letteralmente come “diritto di copia” – nasce in Inghilterra nel XVI secolo, con il diffondersi delle prime macchine automatiche per la stampa. Più che di un diritto riconosciuto all’autore, il quale non dispone della proprietà dell’opera, si può parlare, in questa fase, del copyright come di un diritto proprio dell’editore. Lo Statuto della Regina Anna del 1709 introduce in Inghilterra il concetto moderno di copyright, garantendo – allo stampatore di un’opera – una protezione legale della durata di 14 anni, al termine dei quali il diritto di copia torna all’autore dell’opera che può beneficiarne per 14 anni a sua volta. Il copyright si diffonde soprattutto negli ordinamenti di tipo anglosassone (Gran Bretagna e Stati Uniti).

Nel resto d’Europa

In particolare in Francia, emerge una diversa interpretazione di tale diritto che, sulla base dei principi espressi dall’Illuminismo e dalla Rivoluzione Francese, pone al centro la persona, quindi l’autore (diritto morale dell’autore).

In Italia

Si è scelto di adottare questo secondo modello, con il riconoscimento del diritto d’autore come diritto morale incedibile legato alla paternità dell’opera.

Io ho finito e adesso tocca a te 

Per saperne di più su come funziona la proprietà intellettuale, leggi la mia miniguida su Amazon a soli € 7,00:

Se hai dei dubbi puoi contattarmi prenotando, al costo di € 73,00, una consulenza e il mio PRONTO INTERVENTO.instagram-e-copyright

Se ti è piaciuto questo articolo e sei soddisfatto delle informazioni che hai ricevuto, puoi lasciare il tuo commento al nostro blog e ai servizi DANDI QUI.

instagram-e-copyright

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Tutela Diritto d'Autore e Copyright. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

Claudia è un avvocato di diritto d'autore, dei media e dell’entertainment. Rappresenta autori, musicisti e produttori cinematografici indipendenti.

Site Footer