Pubblicare opere creative commons? La piattaforma Open Ddb

Pubblicare opere creative commons?

Pubblicare opere creative commons? Nasce Open Ddb il primo catalogo on line che distribuisce i film, i libri e la musica indipendenti. Si tratta della piattaforma etica di video streaming che pubblica on demand le opere in creative commons mettendo in rete registi, musicisti e scrittori da tutta Europa.

Il sito raccoglie oltre 120 opere creative dirette da 80 registi, scrittori  e musicisti. Si tratta di artisti italiani ma non solo, tra gli autori compaiono anche numerosi esordienti da Belgio, Francia e Inghilterra.  Per questa ragione, i documentari sono tutti sottotitolati in Italiano, francese e inglese, e la piattaforma è fruibile nelle tre lingue. Intenzione della videoteca è infatti aprirsi al resto d’Europa e del mondo mettendo in rete tutte le produzioni indipendenti che difficilmente troverebbero spazio nel mercato tradizionale.

Pubblicare opere creative commons? Nel mercato dell’on demand Open Ddb si propone come una scelta etica e responsabile. Sul sito vengono infatti accolti, per la maggior parte, documentari che raccontano primariamente storie dal contenuto sociale e lavori di inchiesta e denuncia. I titoli sono tutti classificati per argomento: ambiente, diritti umani, sport. Tra gli altri ci sono: “E’ stato morto un ragazzo” il documentario vincitore del David di Donatello del regista Filippo Vendemmiati, “Fondi rubati all’agricoltura” l’inchiesta giornalistica che denuncia come i finanziamenti europei destinati ai contadini finiscano nelle mani della mafia, e i libri della Bébert edizioni.

Pubblicare opere creative commons? Attraverso questa piattaforma lo spettatore potrà scaricare direttamente sul proprio computer i film e i libri grazie a una piccola donazione libera e senza pagare un prezzo prestabilito. L’obiettivo del catalogo è quello di far circolare quanto più liberamente le storie che raccoglie, e la cifra pagata in cambio verrà completamente utilizzata per mantenere la sostenibilità del sito e ripagare l’autore.


Pubblicare opere creative commons?
Pubblicare opere creative commons? Una scelta strategica completamente in linea con la condivisione senza limiti della cultura.

Open Ddb nasce a Bologna dall’evoluzione del progetto Distribuzioni dal basso che già dal 2013 ha per primo inventato il catalogo dell’on demand indipendente in Italia.

I contenuti del sito Open Ddb sono tutti rilasciati in licenza Creative Commons 4.0, una scelta strategica completamente in linea con il principio fondamentale del progetto: la condivisione senza limiti della cultura. Questo vuol dire che l’utente è libero di condividerne il contenuto (in tutto o in parte) senza chiederne l’autorizzazione all’autore a condizione che non ci sia fine di lucro.

Perché pubblicare opere in creative commons? I contenuti del sito Open Ddb sono tutti rilasciati in licenza Creative Commons 4.0, una scelta strategica completamente in linea con il principio fondamentale del progetto: la condivisione senza limiti della cultura. Questo vuol dire che l’utente è libero di condividerne il contenuto (in tutto o in parte) senza chiederne l’autorizzazione all’autore a condizione che non ci sia fine di lucro.

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Tutela Diritto D'Autore e Diritto Cinematografico. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓 sono l'Avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer