Nomi a dominio negli Stati Uniti: Anticybersquatting Consumer Protection Act.

dominio negli stati Uniti

Nomi a dominio negli stati Uniti: Anticybersquatting Consumer Protection Act.

Questa legge si prefigge di reprimere e disincentivare il fenomeno del Cybersquatting che costringe molti imprenditori a mercanteggiare, sborsando ingenti somme di denaro a titolo di riscatto, per ottenere la consegna dei propri segni distintivi, o del proprio nome, registrati nel frattempo da altri come nomi di dominio sul web.

Requisiti per poter usufruire della tutela.

La tutela è subordinata all’esistenza di un requisito fondamentale: la malafede del soggetto registrante, perpetrata al fine di trarre un profitto economico.

Per poter essere perseguibile:

  • il nome di dominio deve essere identico o abbastanza simile al marchio registrato, in modo da indurre confusione o comportare l’affievolimento del marchio notorio;
  • il nome a dominio è in contrasto con un nome, un marchio o una parola protetti da statuti o convenzioni.

I parametri

La normativa indica poi una serie di parametri, non esaustivi, attraverso i quali si può valutare la sussistenza del requisito della malafede, essenziale ai fini dell’applicazione della legge stessa. Vediamoli:

  • la presenza di diritti di marchio o altri diritti di proprietà intellettuale sul nome a dominio da parte della persona ricorrente;
  • la registrazione, da parte dell’assegnatario, di un dominio che corrisponde ad una ragione sociale o ad un nome usato comunemente per individuare una persona;
  • l’eventuale precedente utilizzo del nome di dominio da parte della persona assegnataria, valutando se l’attività di offerta di beni o servizi sul sito corrispondente sia stata effettuata in buona fede o no;
  • l’uso legittimo di un marchio, come domain name, per identificare un sito in cui viene esercitata una attività non commerciale;
  • il deliberato intento di deviare i consumatori del sito del titolare del marchio verso quello accessibile tramite il nome a dominio contestato;
  • l’offerta di cedere, trasferire o vendere il nome di dominio al titolare del marchio o a terzi, a scopo di lucro, senza averlo mai usato, ne mostrato intenzione di farlo in futuro, per un’offerta di beni o servizi;
  • la sottoscrizione di informazioni errate o false nella richiesta di registrazione del nome a dominio,
  • la mancata conservazione di informazioni accurate per contattarlo, o
  • la precedente condotta della persona indicante la recidività in comportamenti sui generis;
  • la registrazione o acquisizione di vari nomi a dominio, pur essendo a conoscenza dell’esistenza di marchi identici o simili, appartenenti a terzi (warehousing);
  • l’accertamento che il marchio contenuto nel nome di dominio sia o meno un marchio notorio.
us (Stati Uniti)

Official United States Domain Registry (amministrato da VeriSign Global Registry Services)
http://www.nic.us

La registrazione è possible sia attraverso alcuni ISP che direttamente all’Official Registry. Avviene completamente online. Sono necessarie da 1 a 4 settimane per l’espletamento delle procedure.Il Registry accorda l’assegnazione del dominio GRATUITAMENTE.
Quindi, alcuni ISP sono in grado di registrare domini senza costi. Alcuni, invece, impongono delle tariffe a propria discrezione e responsabilità

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Tutela Diritto D'Autore. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓 sono l'Avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer