La Blockchain come alternativa al giusto compenso per la creatività

Blockchain e musica

Blockchain e musica

Perchè i creativi sono solitamente depressi? Io, che ho un rapporto strano con il denaro, dico che probabilmente lo sono perché non riescono a guadagnare facendo quello che gli riesce meglio: creare.

Il sistema del diritto d’autore e del copyright, pensato per escludere il mondo esterno da utilizzi illeciti o impropri dell’opera, cerca di risolvere la situazione imponendo divieti attraverso sistemi di registrazione che non sono risolutivi. Ci sono tantissimi creatori di contenuti che non ricevono un giusto compenso perché il sistema della proprietà intellettuale è inefficace. 

Prendiamo la musica. 

Agli artisti rimangono solo le briciole alla fine della catena alimentare. Se foste dei cantautori e 25 anni fa aveste scritto una canzone che ha avuto successo ottenendo 1 milione di singoli, avreste guadagnato 45.000 dollari in diritti d’autore. Se oggi scrivete una canzone di successo, con 1 milione di ascolti, non ottenete 45,000 dollari, prendete solo 36 dollari, abbastanza per un’ottima pizza ma senza birra!

C’è qualche soluzione per eliminare gli intermediari, le case discografiche e vivere della propria muisca? Imogen Heap, una cantautrice inglese, pensa di si e sta trasferendo la sua musica su un sistema di blockchain.

Lei lo chiama “Mycelia”. La musica è gestita da un contratto intelligente, e protegge i suoi diritti di proprietà intellettuale. Se volete ascoltare la canzone è gratis, o costa pochi microcentesimi trasferiti su un conto digitale. Per tutti gli altri utilizzi dovete sottoscrivere con la cantante diversi accordi di licenza sempre caricati sulla sua piattaforma.

A detta di lei, la canzone diventa il businessperché sta online e si vende da sola, proteggendo i diritti dell’autore. E siccome la canzone ha un sistema di pagamento, cioè una specie di conto corrente, tutto il denaro ritorna nelle mani dell’artista senza bisogno di intermediari.

La rivoluzione della blockchain non vale solo per i cantautori, ma per qualsiasi creatore di contenuti che non ricevono un giusto compenso. Con le blockchain riusciranno a guadagnare quel che spetta loro?

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Copyright e Diritto d'Autore e Diritto della Musica. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

Claudia è un avvocato di diritto d'autore, dei media e dell’entertainment. Rappresenta autori, musicisti e produttori cinematografici indipendenti.

Site Footer