Si possono usare foto altrui scaricandole da Internet?

Si possono usare foto altrui? (di Marta Pistone)

A chi interessa la risposta? A tutti.

Su Facebook, nei blog, nelle pagine web, che tanta importanza hanno anche per le attività commerciali, le fotografie sono a disposizione di tutti. Altrettanto semplice è “appropriarsene”, ad esempio scaricandole sul proprio computer.

E poi? Quali usi di queste fotografie sono effettivamente leciti?

Questa situazione di fatto ci può far credere di poter usare liberamente fotografie altrui. Del resto è un’azione così semplice e, nella maggior parte dei casi, può sembrare assolutamente innocua.

Ma la violazione del diritto d’autore legato a una fotografia può costare cara.

Il pericolo è incrementato dall’azione sempre più diffusa di compagnie, ad esempio la capillare PhotoClaim, il cui scopo è tutelare i fotografi dagli usi indebiti delle proprie opere.

Le licenze Creative Commons

Per essere sicuri di non violare il diritto di nessuno, bisogna fare una serie di passaggi. Innanzitutto, controllare se la fotografia di interesse abbia o meno una licenza Creative Commons, organizzazione il cui scopo è accrescere la rosa di opere disponibili alla condivisione grazie all’uso di licenze, in cui in modo semplice sono indicati i diritti che il fotografo vuole mantenere e quelli che invece concede per l’uso dei terzi.

Si possono usare foto altrui? Una distinzione fondamentale

Una differenziazione in cui è difficile dare linee guida sicure, ma che si pone come essenziale, è quella tra semplici fotografie e fotografie artistiche. A sua volta, se nella foto semplice non vi sono il nome di chi ha i diritti di utilizzare economicamente l’opera, l’anno di produzione e, se si tratta di foto che ritrae un’opera d’arte, il nome dell’autore di quest’ultima, allora la foto si può riprodurre. Se questi dati sono invece presenti, sono del fotografo i diritti esclusivi di riproduzione, diffusione e spaccio della fotografia per vent’anni e per riprodurla bisogna chiedere la sua autorizzazione.

E le foto artistiche?

I diritti spettanti al titolare non dipendono dalla presenza o meno dei dati suddetti: vanno rispettati indistintamente e durano di più, esattamente settant’anni dalla morte dell’autore.

Ma come capire se una foto è artistica o meno?

Operare la distinzione non è semplice e i casi in cui vi può essere certezza sono pochi.

Come si possono trovare dei parametri per la creatività?

Di certo l’autorità giudiziaria seguirà criteri di valutazione come la ragionevolezza e la situazione dell’arte fotografica nel dato momento storico, ma per il resto…al giudice l’ardua sentenza.

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Tutela Diritto D'Autore. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓 sono l'Avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer