Contratti pubblicitari: il product placement

Contratti pubblicitari product placement

Per quale ragione le aziende decidono di far comparire i loro prodotti all’interno dei film?

L’inserimento di un prodotto in un film fornisce al prodotto un beneficio in termini di visibilità e notorietà.

Il product placement

Integra la comunicazione tradizionale e costituisce un potente strumento di caratterizzazione del prodotto in relazione all’intensità dell’esposizione e al grado di integrazione con la storia. Più in dettaglio, in relazione al proprio rapporto con la pubblicità, il product placement cinematografico è virtualmente immune dalle pratiche elusive, come ad esempio lo zapping. Allo stesso tempo garantisce un canale alternativo rispetto alla televisione, nei confronti della quale e in particolare per ciò che riguarda la pubblicità, i consumatori manifestano livelli crescenti di saturazione e contrarietà. Attraverso questo canale, dunque, è possibile integrare la comunicazione tradizionale arricchendola in termini di contenuti.

Il contratto

Il contratto di product placement è un contratto pubblicitario, che, di quest’ultimo, utilizza  gli aspetti distintivi. Esso infatti è concluso da operatori pubblicitari nell’esercizio di attività pubblicitarie o per conseguire scopi o produrre risultati pubblicitari. Ciò che caratterizza e distingue tutti i contratti pubblicitari è la loro relazione con la pubblicità o, più esattamente, il fatto che siano sanciti da operatori della pubblicità e diretti a regolare rapporti inerenti alla pubblicità. Al di là delle specifiche caratteristiche che ne rendono estremamente vario il contenuto e la tipologia, sono caratterizzati dalla stessa funzione socio-economica. Distinguendo la specifica fattispecie, il “contratto di product placement” è un contratto “atipico”, sia per l’assenza di una precisa codificazione in tal senso, sia perché il contratto può essere oggetto dell’attività di intermediazione da parte delle agenzie pubblicitarie, che hanno, oltretutto, la possibilità di concludere direttamente i relativi contratti.

Per quanto riguarda l’oggetto del product placement

Il contratto di product placement può consistere in una prestazione di servizi, finalizzata al collocamento di uno specifico brand all’interno di una specifica opera; o, in alternativa, in un contratto di mandato, anche se, per la pluralità delle prestazioni e per la totale libertà nei mezzi utilizzabili, la fattispecie sembra avvicinarsi di più ad un appalto di servizi.

Caratteristiche dell’accordo di PP

Il contratto di product placement è un contratto consensuale, ad effetti obbligatori, a titolo oneroso e a prestazioni corrispettive. Quest’ultimo aspetto è fondamentale, in quanto costituisce la caratteristica prevalente, proprio perché si basa sull’individuazione della “durata e dello spessore dell’inserimento.” Nel caso del mandato saranno parti necessarie alla finalizzazione dell’accordo anche le agenzie specializzate in product placement, con il delicato ruolo di identificare il prodotto audiovisivo più adatto per un dato brand. Le società di produzione, le aziende e le agenzie pubblicitarie sono chiamate ad una stretta collaborazione e solo la perfetta integrazione tra le parti può portare ad un risaltato che coniughi l’operazione commerciale e quella artistica.

Lo spoglio della sceneggiatura

La tipica metodologia di stipulazione contrattuale prevede lo “spoglio della sceneggiatura”, ad iniziativa dell’agenzia pubblicitaria che contatta le imprese che possono essere interessate al progetto; a tale metodo, detto classico, si contrappone un metodo alternativo in cui il contatto parte dalle imprese nei confronti dell’agenzia, e, ovviamente, non è, e non può essere, preceduto dallo spoglio della sceneggiatura.

Concludendo

Le clausole essenziali, che devono essere inserite in questo tipologia di contratto, sono oltre a quelle relative alla durata ed alla tipologia dell’inserimento, anche quelle relative ai limiti e divieti posti dall’appartenenza di tale fattispecie contrattuale ai “contratti pubblicitari”.

Spero di averti dato qualche informazione utile su come funziona il diritto d’autore nel mondo delle celebrities.

Io ho finito e adesso tocca a te 

Se vuoi saperne di più di come funzionano i contratti con le celebrities, leggi la mia miniguida su Amazon a soli € 7,00:

Se hai dei dubbi sul diritto d’autore puoi contattarmi prenotando, al costo di € 73,00, una consulenza e il mio PRONTO INTERVENTO.instagram-e-copyright

Se ti è piaciuto questo articolo e sei soddisfatto delle informazioni che hai ricevuto, puoi lasciare il tuo commento al nostro blog e ai servizi DANDI QUI.

Liberatoria video

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Diritto d'Autore e Copyright e Diritto cinematografico. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

Claudia è un avvocato di diritto d'autore, dei media e dell’entertainment. Rappresenta autori, musicisti e produttori cinematografici indipendenti.

Site Footer