Il marchio di forma: il caso Toblerone

marchio di forma

Marchio di forma

La storia

Tutto ha inizio nel 1867 quando, a Berna, Jean Tobler apre il suo primo negozio di “delikatessen“. Un successo travolgente che lo porterà, pochi anni più avanti, ad aprire la prima “Fabbrica del cioccolato Berna, Tobler & Cie”. Ma solo grazie al figlio di Tobler e al cugino Baumann, il Toblerone conquista il suo successo.

Toblerone è prima di tutto una ricetta.

Cioccolato al latte, miele, mandorle e torrone. Da questa particolare ricetta nasce la cioccolata made in Switzerland il cui nome fu coniato a partire dal nome dell’inventore Tobler, con l’aggiunta della parola italiana torrone, da cui TOBLERone.

Il Marchio

Nel 1908, presso l’ufficio Federale per la Proprietà Intellettuale di Berna, venivano registrati e brevettati marchio e ricetta di quella che poi diventerà la barretta di cioccolato più particolare e famosa della storia.

Il nome e la forma

Il suo nome e la sua caratteristica forma triangolare sono riconosciuti in tutto il mondo, così come il packaging triangolare.

Ma perchè questa forma?

Si dice che ricordi il caratteristico profilo naturale del monte Metterhorn nelle Alpi Svizzere. Sotto ogni piramidina di cioccolato è impressa una delle lettere che compongono la parola Toblerone.

Una forma originale?

Toblerone è uno dei prodotti più popolari della Poundland, con 11 milioni di barrette vendute lo scorso anno. Il direttore commerciale di Poundland, Barry Williams, ha dichiarato di aver creato un’alternativa perché la forma del Toblerone non è cosi distintiva da essere un marchio valido. Per questo ha deciso di lanciare un nuovo prodotto: Twin Peaks.

“Con un gusto britannico e con tutti gli spazi nei posti giusti”.

La Poundland afferma che la forma a prisma triangolare del Toblerone, registrata come marchio comunitario nel 1997, non è più distintiva in parte a causa dell’esistenza della nuova versione.

Marchio di forma: la lunga battaglia di Nestlé contro la rivale Cadbury

La sfida delle barrette al cioccolato per vedere convalidato il marchio di forma, ci riporta alla disputa di Nestlé contro il rivale di sempre Cadbury, per la forma del Kit Kat. La battaglia di Toblerone ha riguardato la stessa questione: può quindi una forma essere abbastanza distintiva da funzionare come marchio?

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Copyright e tutela del Diritto d'Autore. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

Claudia è un avvocato che si occupa di diritto d'autore, dei media e dell’entertainment. Rappresenta autori, sceneggiatori, registi, produttori cinematografici e televisivi indipendenti, musicisti e fotografi.

Site Footer