I font sono opere dell’ingegno e come tali protetti dalle leggi sulla proprietà intellettuale

Anche i font sono opere dell’ingegno, come la musica o i film, sono protetti dalle leggi sulla proprietà intellettuale. Sono straordinariamente vulnerabili alla contraffazione e al furto.

Tutto c ha un senso se si pensa al fatto che digitare è sempre stato considerato come  un bene comune e la sua profusione attraverso i nostri dispositivi digitali non ha fatto altro che aumentare la domanda di nuovi caratteri e stili.

I caratteri tipografici sono importanti nell’era del cellulare, essenziali sia come mezzo per comunicare in modo chiaro informazioni che per distinguere un’applicazione o un sito o uno stile dall’elegante al casual. Le persone, anche quelle che non interagiscono con il mondo del design, sono cresciute con la cultura delle differenze stilistiche che cambiano a seconda del tipo di progetto su cui si sta lavorando e sono sempre più selettivi sui font che utilizzano. Questa fluidità, la facilità di utilizzare diversi font, l’apprezzamento di chi li utilizza e la preferenza di uso nei diversi progetti sui cui si lavora hanno trasformato il tipo di font in un business lucrativo.

E’ difficile dire se i tassi di plagio e della pirateria sono aumentati rispetto ai font, ma è chiaro che non sia mai stato più facile violare il copyright in un’epoca in cui i file possono essere condivisi con un semplice clic del mouse e chiunque con un computer si trasforma in un tipografo surrogato.

Le leggi che tutelano questo tipo di creazione sono deboli, ma i progettisti esperti e creatori di font stanno combattendo le loro azioni legali e cercando nuovi modelli di acquisto volti a dissuadere i furti e a convertire aspiranti pirati in clienti.

Ci sono decine di migliaia di caratteri tipografici, che vanno da quelli che si utilizzano comunemente per scrivere su fogli word a quelli utilizzati nella lavorazione del legno e metallo per creare caratteri mobili. Oggi il processo è in gran parte digitale. Ciò non significa che la progettazione per realizzare un nuovo carattere tipografico sia meno impegnativa. Esiste un Software specializzato chiamato editor di font che aiuta a semplificare il processo creativo, ma la progettazione di un carattere da zero rimane un affare difficile e richiede tempo.

Un esperto nella creazione di font è Jonathan Hoefler, fondatore della tipografia H & Co. che lavora su caratteri antichi quali quelli delle stampe del XVI secolo che ha ispirato Quarto o lo stile che ha dato origine al Gotham il carattere principale delle campagne presidenziali di Obama.

Hoefler e il suo team non creano un “nuovo” font  solo modificandone uno vecchio. Invece, dice Hoefler, “Noi esploriamo le idee dietro i reperti documentali e cartacei e li interpretiamo e li inventiamo nuovamente inventando famiglie di font digitali.”

In altre parole quando H & Co studiano o si ispirano a un carattere tipografico storico, i progettisti non si limitano a ridisegnarlo. La squadra di Hoefler analizza il carattere tipografico di riferimento, ne studia gli elementi che rendono i suoi letterforms unici dal punto di vista estetico o strutturale, per poi ricomporli in un modo unico. Questo vuol dire modellare e inventare nuovi caratteri ispirandosi a quelli antichi.

E’ il c.d. “revival”.

Frank Martinez, un avvocato di New York di proprietà intellettuale specializzato in casi di disegno di tipo, dice che la logica, soprattutto quella dietro un revival “di solito è di creare una versione digitale di un carattere tipografico altrimenti non disponibile.” 

Questo è spesso necessario , perché caratteri tipografici più vecchi tendono a nutrire stranezze sorte dalle costrizioni meccaniche in cui sono stati creati. Sfumature nella forma che erano accettabili quando si stampava su carta, per esempio, potrebbero apparire sciatte su un fresco display ad alta definizione. Anche moderni caratteri tipografici digitali spesso possono essere migliorati, dice Dan Rhatigan, type designer freelance e ex art director di Monotype. “In breve, se basiamo un nuovo prodotto su un vecchio design, è perché il design non era, in qualche modo, sufficiente,” dice.

James Montalbano, il fondatore del Terminal Design di Brooklyn, paragona il suo commercio al business della moda. “Ogni progettista deve avere la sua versione del little black dress, l’abito a tre pezzi da cerimonia, casuals, ecc,” dice “Il disegno dei font non è diverso, ci sono generi storici fondamentali che sono alla base di tutti i tipi di progettazione.”

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Tutela Diritto D'Autore. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓 sono l'Avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer