Diritto sulla biografia di Barry Seal – Una storia americana

Diritto sulla biografia di Barry Seal – Una storia americana

Diritti di publicity e privacy

I diritti sulla biografia di una persona non sono formalmente tutelati da nessuna legge in America. Per proteggere il diritto all’uso del nome e lo sfruttamento commerciale di una storia basata su fatti reali, si utilizzano i concetti giuridici del right of publicity e del right of privacy. Inoltre, la giurisprudenza tende a rendere i “diritti sulla vita” liberamente utilizzabili se non venga rappresentata la persona con elementi che possano integrarne la diffamazione.

Diritto sulla biografia di Barry Seal2015: la Famiglia di Barry Seal cita in giudizio Universal per il film con Tom Cruise Barry Seal – Una storia americana

Chi è Barry Seal?

Barry Seal aiutò il governo degli Stati Uniti a imprigionare diversi criminali del cartello Midellin per poi successivamente, venire ucciso a Baton Rouge. La vita di Seal ha attratto sia la Universal sia Liman, che probabilmente vi hanno visto la possibilità di trarci un film che fosse al tempo stesso un thriller, una spy story, un biopic e, stando ad alcune dichiarazioni, anche una commedia. L’uscita del film era prevista per gennaio 2017, ma una causa ha bloccato la distribuzione.

Diritto sulla biografia di Barry Seal – Una storia americana

La causa è stata presentata a Baton Rouge, Tribunale distrettuale, da una delle figlie del pilota e contrabbandiere di droga. Nel 1963 Seal sposò Barbara Dodson. Ebbero due figli, Lisa e Adler. Nel 1971, Seal e Barbara si separano e Seal sposò Lynn Ross quello stesso anno. Da quel matrimonio non nacquero altri figli. Nel 1974, Seal sposò Deborah Dubois. Ebbero tre figli, Aaron, Christina e Dean.

Diritto sulla biografia di Barry Seal Chi ha fatto causa?

L’azione legale afferma che la terza moglie di Seal, Debbie, ed i suoi tre figli, avrebbero ricevuto $ 350,000 per i diritti sulla storia del contrabbando, della CIA e dei signori della droga in Nicaragua di Barry. La figlia di Barry, Lisa Sigillo Frigon, avuta con la prima moglie, è stata nominata amministratrice degli immobili di Barry Seal il 2 Giugno 2015, e sulla base di tale nomina ha citalo in giudizio Universal e gli eredi di Barry.

“Gli imputati Debbie, Aaron, Christina e Dean non sono i titolari dei diritti né avevano la titolarità per cedere alla Universal la storia della vita di Adler Berriman Seal. I diritti di proprietà sulla vita di Barry sono parte del suo patrimonio e quindi ricadono nella gestione immobiliare affidata alla figlia Lisa”, afferma la citazione.

Inoltre, “Anche se la storia della vita di Adler Berriman Sigillo non fosse di proprietà della figlia Lisa, i convenuti Debbie, Aaron, Christina e Dean non si sono curati di rimettere alla amministratrice delle sue proprietà eventuali proventi che hanno ricevuto dal loro accordo con la Universal, ma invece hanno usufruito del ricavato solo per il loro uso personale e a loro beneficio. “

Lisa ha anche avuto da ridire sulla sceneggiatura del film

Ha detto che si basa sulla vita di suo padre ma tuttavia, “contiene molte inesattezze di fatto e quindi ritrae falsamente Adler Berriman Seal.” L’azione legale afferma che il film travisa la storia coniugale di Seal; lo ritrae come il padre di tre figli, non cinque; travisa la storia del suo lavoro; falsamente lo ritrae come un ubriaco; travisa il suo rapporto con i suoi due figli più grandi; falsamente lo ritrae come un pilota spericolato; e ritrae falsamente il luogo e le modalità della sua morte. La personalità e la persona di Barry Seal sono state danneggiate, viene sminuito il valore della persona di Barry.

Universal rivendica il diritto sulla biografia di Barry Seal

“E’ la storia di un narcotrafficante e del lavoro che ha fatto per il cartello di Medellin per la CIA a Mena, Arkansas.”  “La vera storia di Barry Seal, un pilota originario della Louisiana che trafficava droga sotto copertura per la CIA nel 1980.” 

Non sono più emerse in seguito informazioni sul caso e la sua eventuale risoluzione, ma visto che il film è ora nelle sale, probabilmente tutto si è concluso con una transazione.

 

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Copyright e tutela del Diritto d'Autore e Produzione cinematografica e audiovisiva. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

Claudia è un avvocato che si occupa di diritto d'autore, dei media e dell’entertainment. Rappresenta autori, sceneggiatori, registi, produttori cinematografici e televisivi indipendenti, musicisti e fotografi.

Site Footer