Diritto di citazione e riassunto per fini di critica, insegnamento e ricerca

Diritto di citazione e riassunto claudia roggero

Il diritto di citazione e riassunto per fini di critica, insegnamento e ricerca rientra tra le libere utilizzazioni di diritto d’autore e è parte del c.d. fair use statunitense.

Stai pensando di scrivere un post citando un autore che conosci o riportando direttamente nel tuo articolo brani tratti dal suo ultimo libro? Oppure vuoi fare delle slide per il tuo prossimo convengo riportando frasi intere di un’opera o far vedere un film o un video non tuo? Tremi al pensiero che cosi facendo potresti violare il diritto d’autore?

Diritto-di-citazione-e-riassunto-claudia-roggero

Rilassati perché se la regola generale quando usi materiale coperto da copyright è che devi chiedere il consenso all’autore, in situazioni particolari puoi usare parti di un’opera anche senza chiedere l’autorizzazione. In certe situazioni, infatti, le utilizzazioni sono libere. A dirlo è la legge.

Diritto di citazione e riassunto: le utilizzazioni libere

La libera utilizzazione mediante citazione, riassunto o riproduzione di brani o parti di un’opera protetta – che ha un parallelo nel c.d. fair use del diritto statunitense, disciplinato dalla U.S. Copyright Law (Chapter 1, Section 107), il quale legittima l’incorporazione di materiale protetto da copyright in opere aventi scopo di critica, insegnamento, ricerca e giornalismo – trova fondamento, sia nell’art. 70 della L. n. 633 del 1941 sia nell’art. 10 della Convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie e artistiche ratificata con L. 20 giugno 1978, n. 399.

Entrambe le  disposizioni “prevedono limitazioni della esclusiva economica riservata all’autore, allorquando da un’opera protetta vengono tratte parti o brani per specifiche finalità o entro precisi limiti che dalle rispettive norme si desumono” (così Cass., n. 2089/1997).

Il comma 1 dell’art. 70 della legge sul diritto d’autore indica come “liberi”:

  • il riassunto,
  • la citazione o
  • la riproduzione di brani o di parti di opera.

Cosa vuol dire? Vuol dire che puoi riassumere, citare o riprodurre parti di opere coperte da diritto d’autore quando:

  1. lo stai facendo per fini di critica sociale e di discussione,
  2. la citazione sia contenuta entro i limiti delle suddette finalità,
  3. non vi sia una concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera che stai utilizzando,

C’è anche un’altra eccezione che consiste nel fine di insegnamento e ricerca: “se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l’utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali.” 

Il riassunto, la citazione o la riproduzione devono essere sempre accompagnati dalla menzione del titolo dell’opera, dei nomi dell’autore, dell’editore e, se si tratti di traduzione, del traduttore, qualora tali indicazioni figurino sull’opera riprodotta.

Dunque la legge:

  • dice che è lecito riprodurre solo parzialmente un’opera, con esclusione dunque di qualsiasi riproduzione che interessi l’opera nella sua integrità;
  • prevede che la riproduzione delle opere debba soddisfare finalità di critica e di discussione. Pertanto, l’uso di brani di opere protette per finalità meramente illustrative di altra opera, e senza scopi didattici, di critica o di discussione, deve ritenersi estraneo all’ambito del citato art.70 e quindi non consentito.

Se i tre punti sopra descritti sono parte del tuo progetto creativo, allora puoi usare liberamente il materiale coperto da copyright, altrimenti devi chiedere il consenso all’autore dell’opera che intendi utilizzare. In pratica dovrai essere certo che, per esempio, se riassumi un libro:

  • lo stai facendo per finalità di critica o discussione;
  • non ledi i mercati attuali o potenziali riservati all’autore che stai riassumendo;
  • stai riassumendo non traducendo e con questo intendo dire che non puoi fare una trascrizione letterale dell’opera.

Ma cosa dicono i giudici? La nostra giurisprudenza ha più volte avuto occasione di ribadire come la sola riproduzione parziale dell’opera sia permessa ex art. 70, e che essa mai possa eccedere quanto strettamente necessario al raggiungimento dello scopo di critica o discussione, seguendo sempre un canone di stretta interpretazione. Questo limite, se opportunamente inteso, garantirà la non concorrenza con l’utilizzazione economica dell’opera originale, anche nel caso in cui la riproduzione avvenga per fini non gratuiti, ma sempre e comunque di un’opera resa accessibile al pubblico. In particolare, la suprema Corte ha ribadito che “in tanto può parlarsi di citazione in quanto la riproduzione sia inserita nel testo e subordinata ad esso, oltre che contenuta nella misura giustificata dallo scopo» e che tale libertà di utilizzazione si «giustifica essenzialmente con la circostanza che l’opera di critica, di discussione, di insegnamento ha fini del tutto autonomi e distinti da quelli dell’opera ”citata”, i cui ”frammenti” riprodotti, per ciò stesso, non creano una neppur potenziale concorrenza con i diritti di utilizzazione economica spettanti all’autore.”

Spero di averti dato qualche indicazione utile su come comportarti quando usi pezzi di opere di altri autori.

Vuoi sapere se sei un copione e stai plagiando un’opera?

Se la risposta è si, ho preparato per te un Test sul Plagio. Puoi riceverlo GRATIS. Basta che compili il modulo cliccando sulla scritta “CLICCA QUI” o sul mio avatar. Non preoccuparti è GRATIS!

🔵Per avere GRATIS il test sul Plagio CLICCA QUI 🔵

 

Ma ora tocca a te

Vuoi saperne di più sulle finalità di insegnamento anche legate al diritto di immagine? Per esempio vuoi sapere se puoi utilizzare l’immagine di un personaggio famoso in un manuale scritto da te a fini didattici? Allora continua a leggere Diritto di immagine e finalità didattiche.

RICORDA CHE

Se hai una liberatoria firmata possiedi un titolo che prova il consenso del titolare dell’opera a utilizzare le opere protette da diritto d’autore.

Io ho finito e adesso tocca a te 
CONTENUTI A PAGAMENTO:

Vuoi un formulario con la raccolta delle liberatorie più usate?

In versione Kindle:

In versione PDF:

Se hai dei dubbi su sul diritto d’autore, puoi contattarmi prenotando, al costo di € 73,00, una consulenza e il mio PRONTO INTERVENTO.

instagram-e-copyright

Se invece vuoi contribuire alla vita del nostro blog, puoi diventare Patron Sostenitore e con soli  4 $ al mese sostenere tutte le nostre attività online. Con Patreon potrai anche avere accesso a tutti gli articoli, usufruire della consulenza, dei documenti e delle liberatorie già scaricate e che saranno postate mensilmente. Puoi diventare Patron Creatore del nostro blog ed avere accesso, oltre che alle liberatorie, a tutti i contenuti del Blog di DANDI.

Se diventi Creatore, con un contributo mensile di 8 $:

  1. sostieni DANDI e tutti i contenuti gratuiti già online;
  2. hai la priorità e puoi scaricare i contenuti (comprese le liberatorie e i template dei contratti) postati mensilmente su Patreon (TAG liberatoria);
  3. potrai creare il tuo logo DANDI e metterlo in vendita con i nostri gadget nel nostro negozio online. Per diventare Patron e scaricare la liberatoria ed avere accesso a tutti gli altri contenuti,  CLICCA QUI.
CONTENUTI GRATUITI:

Se ti è piaciuto questo articolo e sei soddisfatto delle informazioni che hai ricevuto, puoi lasciare il tuo commento al nostro blog e ai servizi DANDI QUI.

instagram-e-copyright

Se ti è piaciuto l’articolo, dona il tuo like con TinabaLike e 1 centesimo per aiutarci a scrivere e tenere aggiornato DANDI.

Like me!

instagram-e-copyright

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Tutela Diritto D'Autore. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓 sono l'Avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer