Liberatoria video minorenni

liberatoria video minorenne

La liberatoria video minorenni ti serve quando stai facendo un video e vuoi utilizzare l’immagine di un minorenne. Riprendere un minorenne può costituire una violazione se non vi è un consenso espresso. Hai bisogno della liberatoria video dedicata ai minorenni per avere l’autorizzazione alle riprese dei genitori o di chi esercita la potestà sul minore. Questa regola vale anche nel caso in cui tu volessi usare il video a puro scopo divulgativo o senza nessun fine di lucro.

Le particolarità della liberatoria video minorenni

La pubblicazione di un video nel quale vengano utilizzate immagini di un minorenne presenta aspetti particolarmente delicati. Prima di entrare nel dettaglio, ti faccio una breve precisazione. Il termine “pubblicazione” include qualsiasi mezzo che renda pubblica l’immagine. Presentare un video a una mostra o a un concorso equivale a pubblicarlo, così come caricare il video su un sito internet. Se il soggetto del video in questione è un minore occorre sempre l’autorizzazione dei genitori, la cosiddetta liberatoria riprese video minorenni, se non si vuole incorrere in spiacevoli conseguenze da un punto di vista legale.

Liberatoria video minorenni

Cosa dice la legge a proposito delle riprese video?

  • le riprese sono lecite se c’è il consenso della persona ripresa. Non serve il consenso se la ripresa è effettuata per fini didattici o scientifici, oppure se la persona ritratta si trovava in una manifestazione pubblica oppure se questa persona ha acquisito notorietà pubblica per la carica rivestita o per l’attività svolta.
  • le riprese sono illecite se non c’è il consenso della persona ritratta. La ripresa è sempre vietata se la sua diffusione può causare un grave pregiudizio alla reputazione della persona ritratta.

Quando nelle riprese sono coinvolti minori le restrizioni aumentano: il minore, infatti, non può disporre dei suoi diritti se non attraverso la mediazione dei propri genitori o di chi ne ha comunque la rappresentanza legale.

Questo significa che sarà vietato fare riprese video di minori senza il consenso dei genitori, consenso che, anche dopo essere stato prestato, è sempre revocabile. Se i bambini vengono immortalati durante eventi pubblici, valgono le regole esposte sopra: non occorre chiedere ai genitori alcun permesso. Di conseguenza, sarà necessaria la liberatoria riprese video bambini sottoscritta dai genitori solamente quando i video abbiano come oggetto esclusivo (o prevalente) un minorenne ben identificabile.

Liberatoria video minorenni

Come ho già detto, pur non sussistendo alcun divieto di ritrarre minori in pubblico, per la pubblicazione è sempre necessaria l’autorizzazione. Trattandosi di soggetto minore, quindi sottostante alla potestà dei genitori, saranno questi ultimi a dover rilasciare l’autorizzazione.

Il problema si pone:

  • quando il minore convive con un solo genitore,
  • quando i genitori sono separati o divorziati e
  • quando uno solo di questi (ma non l’altro) rilascia l’autorizzazione.

Nella prima ipotesi l’esercizio della potestà genitoriale spetta al genitore con il quale il figlio convive. Di conseguenza, sarà sufficiente la sua autorizzazione. Negli altri due casi, pur non configurandosi un caso di potestà genitoriale esclusiva, si ritiene sufficiente l’autorizzazione di un solo genitore, in considerazione del fatto che la stessa rientrerebbe tra gli atti di ordinaria amministrazione, i quali possono essere compiuti disgiuntamente da ciascun genitore.

Se dopo aver letto questo breve articolo non sei ancora sicuro sul da farsi puoi verificare se la tua liberatoria è valida e contiene tutti gli elementi indispensabili.

🔵 Per scaricare il testo di una liberatoria minorenni video CLICCA QUI  🔵

liberatoria minorenni

 

 

 

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Diritto Cinematografico. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓 sono l'Avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer