Liberatoria diritti d’autore

Liberatoria diritti d'autore

Perché hai bisogno di una liberatoria diritti d’autore se vuoi utilizzare un’opera altrui? Quando è proprio necessaria? Come richiederla?

Approfondiamo l’argomento e rispondiamo alle domande.

La liberatoria diritti d’autore

Parlando di liberatoria diritti d autore è giusto ricordare che il diritto d’autore conferisce diritti di utilizzazione economica, diritti morali e diritti a compenso a beneficio di autori di opere creative. Le opere creative sono le opere letterarie, drammatiche, didattiche e religiose nonché le composizioni musicali, teatrali, le coreografie, le pantomime, i film, le fotografie, i lavori di architettura, i programmi per elaboratore e le banche dati.

Tutte le opere protette dal diritto d’autore (opere d’arte, letterarie, musicali, multimediali) appartengono all’autore. Il diritto d’autore garantisce una quota o una parte della proprietà intellettuale su una data opera a tutti quelli che contribuiscono in maniera significativa al processo creativo.

Tutte le volte che si vuole utilizzare un’opera creativa è necessario chiedere l’autorizzazione all’autore. Senza il consenso dell’autore, infatti, la sua opera non può essere usata nè tantomeno modificata. Per esempio non si può scaricare da Internet un’opera creativa protetta se non si è ottenuta un’autorizzazione dal titolare dei diritti d’autore, come avviene quando si utilizzano servizi digitali (per esempio il programma iTunes di Apple), che consentono di scaricare musica, film, serie tv, applicazioni telefoniche, ecc. previa sottoscrizione di una licenza e pagamento di un compenso.

Cos’è la liberatoria diritti d’autore

L’autorizzazione dell’autore viene concessa attraverso una liberatoria diritti d’autore che è una scrittura privata con la quale  l’autore concede ad un altro soggetto la possibilità di usare, riprodurre e modificare a seconda dei casi la propria opera (musicale, fotografica, teatrale, ecc.). Di solito l’uso viene concesso in forma gratuita, cioè senza ricevere compenso. Ma non è detto che l’autore richieda il pagamento di un corrispettivo per l’uso della sua opera.

La liberatoria diritti d’autore è  necessaria anche nel caso in cui fotografie o riprese di persone siano scattate non per uso personale. In questi casi il fotografo, l’operatore o chi organizza l’evento o produce l’audiovisivo deve farsi rilasciare una liberatoria con la quale il soggetto autorizza la pubblicazione della propria immagine.  La liberatoria va redatta in duplice copia. L’originale sarà conservato dal fotografo, l’altra copia dal soggetto ripreso.

Nella sostanza la liberatoria è una autorizzazione ad utilizzare l’immagine di chi la concede e, dunque, propri diritti d’autore esattamente come accade con un contratto di licenza.

Quando non è necessario richiederla?

La liberatoria non è richiesta nel caso di persone note (politici, attori, cantanti) o anche di persone non note che siano riprese nel corso di pubbliche manifestazioni o comunque in situazioni che possano essere considerate di pubblico dominio.

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Tutela Diritto D'Autore. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

🎓 sono l'Avvocato dei creativi: li aiuto a lavorare liberamente sentendosi protetti dalla legge

Site Footer