Diritto di immagine e pubblicazione della sentenza di condanna

Diritto di immagine e pubblicazione della sentenza di condanna

Diritto di immagine e pubblicazione della sentenza di condanna

Per contribuire al ripristino dell’immagine violata, il giudice su istanza di parte può ordinare la pubblicazione della sentenza in uno o più giornali a spese della parte soccombente.

Strumenti di tutela

Va segnalato che una parte della dottrina sostiene l’applicabilità degli strumenti di tutela (azione inibitoria, sequestro, ecc.) predisposti per il diritto d’autore dagli artt. 156 ss., L. 22.4.1941, n. 633 (legge sul diritto d’autore) anche ai diritti relativi al ritratto.

Divieto di pubblicazione del ritratto altrui

Va ricordato che il divieto di pubblicazione del ritratto altrui è sanzionato anche penalmente nel caso di immagini attinenti alla vita privata che siano state indebitamente riprese nell’abitazione altrui o in un altro luogo di privata dimora.

Tale reato è punibile a querela della persona offesa;

Tuttavia si procede d’ufficio se il fatto è commesso da un pubblico ufficiale o da un incaricato di un pubblico servizio, con abuso dei poteri o con violazione dei doveri inerenti alla funzione o servizio, o da chi esercita anche abusivamente la professione di investigatore privato.

Tutela del diritto post mortem.

Il consenso alla diffusione della propria  immagine può riguardare anche il tempo successivo alla morte della persona e può essere prestato per iscritto dalla stessa ovvero da alcuni suoi congiunti superstiti (coniuge, figli, genitori o, in mancanza, fratelli, sorelle, ascendenti e discendenti fino al quarto grado).

Gli eredi possono inoltre agire per il risarcimento dei danni patrimoniali conseguenti alla violazione del diritto all’immagine.

Tale legittimazione è ammessa anche laddove lo sfruttamento indebito dell’immagine non abbia comportato una lesione del diritto all’onore, alla reputazione o al decoro. Si è anche affermato che in materia di tutela dell’identità personale, l’identità personale di un soggetto che sia defunto, anche da diversi anni, può essere tutelata in giudizio, laddove sia stata lesa, anche dai congiunti del medesimo.

Lo Studio Legale Dandi fornisce assistenza legale in Copyright e tutela del Diritto d'Autore e Diritto Televisivo. Dai un'occhiata ai nostri servizi oppure contattaci!

Claudia è un avvocato che si occupa di diritto d'autore, dei media e dell’entertainment. Rappresenta autori, sceneggiatori, registi, produttori cinematografici e televisivi indipendenti, musicisti e fotografi.

Site Footer